MALOCCLUSIONE DENTALE... DI COSA SI TRATTA?


Molte persone soffrono di malocclusione dentale. Questa si connota come difetto di tipo fisico e funzionale della bocca. Sono molte le persone che presentano questa patologia, ma, molte volte, nel caso in cui sia di lieve entità, non risulta effettivamente riconosciuta come un fastidio e una problematica particolarmente grave. Di controverso, in alcuni casi, la malocclusione dentale può essere grave e, in questa situazione, è necessario fare ricorso al medico odontoiatra o all’ortodontista con l’obiettivo di riuscire a correggere il difetto.

Dal punto di vista “tecnico” si definisce malocclusione dentale la condizione di disallineamento dei denti presenti sulle arcate superiori ed inferiori. Suddetta condizione determina un mancato equilibrio tra mascella e mandibola che – a sua volta – cagiona una serie di disturbi che non riguardano solo la bocca, ma l’intero organismo. La malocclusione dentale provoca mal di testa, problemi uditivi e dolori alla schiena.

Si evidenzia che questa patologia determina, prima di tutto, un processo masticatorio scorretto che causa una sensazione di pesantezza a livello mandibolare oltre che – nei casi più gravi - dolore.

In generale, le persone che soffrono di disturbi di salute, come mal di schiena o cefalea ricorrente, si trovano in una situazione in cui non riescono autonomamente a comprendere la reale causa del sintomo. Per questo motivo la visita medica odontoiatra si connota come necessaria per riconoscere la presenza di una occlusione dentale non corretta. Il dentista è il professionista che si occupa di valutarne l’entità e la possibile terapia di risoluzione.

In linea generale, si evidenzia che i principali sintomi legati all malocclusione dentale sono numerosi e possono coinvolgere diversi organi ed apparati.

La bocca è la prima a risentirne poiché la patologia provoca problemi alla masticazione, dolori alla mandibola, affollamento dei denti, predisposizione a sviluppare carie, gengiviti, parodontiti, tendenza alla respirazione attraverso la bocca. La malocclusione e, quindi, il disallineamento dei denti pone la mandibola e mascella a dover sopportare un lavoro anomalo oltre che carichi irregolari che causano dolori cervicali, cefalee e ronzii all’orecchio. Da non dimenticare che la malocclusione può anche cagionare problemi sulla colonna vertebrale [mal di schiena] oltre che l’affaticamento dell’apparato respiratorio [si manifesta sotto forma di tosse cronica, sinusiti e rinosinusiti, bronchite cronica e asma].

Anche l’apparato gastrointestinale può subire delle difficoltà legate alla malocclusione in quanto questa può determinare reflusso gastroesofageo e disturbi del linguaggio.

Di particolare rilievo è l’aspetto estetico dal momento che la malocclusione determina un viso asimmetrico ed un sorriso poco armonico.

1 visualizzazione0 commenti

Post recenti

Mostra tutti