L’iperplasia gengivale


Lo sviluppo eccessivo delle gengive è denominato iperplasia gengivale.

Questa patologia può portare ad una situazione in cui queste, nella loro prominenza, possono estendersi sino a coprire i denti. Questo cagiona, a sua volta, una serie di problemi nella masticazione, nell’articolazione della mandibola e nella fonazione.

Quando si parla di iperplasia gengivale non è possibile sottovalutare il disagio sociale che trova determinazione nell’aspetto innaturale delle gengive che questa patologia può comportare nei casi più seri.

Questa patologia si ritrova più frequentemente tra i maschi giovani e risulta essere determinata da una condizione d’infiammazione di tipo acuto delle gengive a livello dei tessuti che le costituiscono.

Nello specifico si nota che suddetta tipologia d’infiammazione può avere diverse cause.

In particolare, l’iperplasia gengivale può provocare stress e ansia sociale che, a loro volta, incidono direttamente e negativamente sull’autostima, legata sicuramente problema estetico in sé.

Al fine di superare questa condizione diventa necessario richiedere approcci terapeutici cha vanno dalla sospensione o dall’utilizzo di farmaci fino all’intervento chirurgico.

Molte volte l’eccessivo sviluppo delle gengive, tipico dell’iperplasia gengivale, risulta tale da determinare una condizione di costrizione dei denti coinvolti.

Oltre ai problemi estetici e di costrizione dei denti possono emergere anche ulteriori problematiche come ad esempio:

· alito cattivo

· gengiva molto ingrossata

· gengiva infiammata

· sanguinamento gengivale

· sensazione dolorosa durante lo spazzolamento

· difficoltà masticatorie e fonatorie


0 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti