SMALTO DEI DENTI, COME RINFORZARLO?


Per tutelare la propria bocca ed avere dei denti sani è essenziale rinforzare lo smalto dei denti.

Denominato anche sostanza adamantina, lo smalto dentale riveste la corona del dente [area esterna più esposta all’ambiente del cavo orale]. Questo è un derivato tissutale, dal colore bianco traslucido, che si occupa di svolgere l’azione difensiva poiché protegge i denti dall’attacco dei batteri cariogeni e da ciò che può minarne integrità e salute. Lo smalto dentale deve essere protetto - sebbene sia estremamente resistente – in quanto con il tempo può danneggiarsi. In particolare, può subire delle erosioni che – a loro volta – determinano la riduzione della sua capacità di esercitare un vero potere difensivo. Il danneggiamento dello smalto accresce, quindi, il rischio di insorgenza di problemi come carie, scheggiature e sensibilità dentale.

Alla base dell’indebolimento dello smalto dentale si pongono numerose determinanti. L’alimentazione è la principale. In particolare, la tendenza ad usare e ad assumere alimenti acidi [bevande gassate, agrumi, dolci, marmellate, succhi di frutta, etc.] decreta il danneggiamento dello smalto. L’eccessiva secchezza delle fauci, i problemi gastrointestinali [reflusso gastroesofageo] sono altre condizioni che comportano l’erosione della sostanza adamantina. Tra le altre cause si annoverano il bruxismo [tendenza a digrignare i denti serrando le mascelle e sfregando le arcate dentali], lo stress e la scarsa igiene orale e l’eccessivo sfregamento dei denti con lo spazzolino. Il danneggiamento dello smalto rappresenta un problema concreto ed è per questo che può richiedere l’intervento di un dentista attraverso il ricorso a faccette estetiche o corone.

Ai fini di risolvere questo problema si annoverano diversi rimedi e azioni atte a ripristinare e rimineralizzare lo smalto dentale per riuscire a rafforzare le naturali difese dei denti.

Tra le azioni più semplici emerge la modifica delle abitudini alimentari che si sostanzia nell’evitare prodotti zuccherati, amidacei e acidi. Altro modo per rafforzare naturalmente lo smalto è la maggiore assunzione di verdure a foglia scura, latticini e cibi ricchi di proteine ovvero alimenti che contengono i nutrienti e i minerali di cui lo smalto ha bisogno.

Da non sottovalutare la corretta igiene orale. Questa favorisce il contrasto dell’azione nociva di batteri e delle sostanze che danneggiano la superficie dentale. L’uso di gel rimineralizzanti con fosfato di calcio e fluoro rinforza lo smalto, così come l’uso di integratori a base di fluoro.

La secchezza delle fauci, legata alla scarsa produzione di saliva, può indebolire lo smalto dentale poiché la saliva riduce la demineralizzazione. In tal caso alcuni medicinali [antistaminici], o bevande [il vino e alimenti salati] riducono la salivazione. Risulta importante assumere almeno 1,5L di acqua al giorno. Per evitare i danni da bruxismo è utile l’uso di un bite, che aiuta a prevenire il digrignare i denti notturno.

0 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti